Nuove linee guida trattamento OSAS nei bambini

Il documento, elaborato basandosi sulle più recenti evidenze scientifiche, fornisce raccomandazioni e indicazioni per la gestione a livello odontoiatrico del russamento e della Obstructive Sleep Apnea Syndrome, OSAS (sindrome delle apnee ostruttive nel sonno) nei bambini. Tale problematica non è infatti esclusiva degli adulti: i così detti “russatori abituali“, ovvero coloro che soffrono di russamento spesso o ogni notte,  varia dal 3% al 21% dei bambini, mentre la prevalenza dei disordini respiratori del sonno  si aggira tra l’1% e il 6%.

Determinante è il ruolo dell’odontoiatra nell’individuazione e nella cura di questa patologia.

Queste linee guida sono state realizzate a seguito di una specifica indicazione del “Gruppo tecnico in materia di odontoiatria”, coordinato dalla prof.ssa Antonella Polimeni, Direttore del Dipartimento ad attività integrata Testa-Collo dell’Azienda Policlinico Umberto I di Roma.

Le linee guida individuano tre importanti raccomandazioni per gli odontoiatri:

1) Il ruolo dell’odontoiatra è anche quello di riconoscere eventuali segni e sintomi, di propria competenza, riconducibili al russamento e alla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) in età evolutiva.

2) Il percorso diagnostico e terapeutico che l’odontoiatra deve seguire in caso di paziente in età evolutiva con sospetto di russamento o sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) deve essere caratterizzato da un approccio multidisciplinare.

3) L’odontoiatra, in caso di accertato russamento o OSAS in un paziente in età evolutiva ed in presenza di una morfologia craniofacciale correlata, può applicare dispositivi fissi di espansione rapida del mascellare, in particolare, e/o propulsori mandibolari.

Cliccando su questo link troverete le Linee guida complete pubblicate dal Ministero della Salute.

 

Il documento, elaborato basandosi sulle più recenti evidenze scientifiche, fornisce raccomandazioni e indicazioni per la gestione a livello odontoiatrico del russamento e della Obstructive Sleep Apnea Syndrome, OSAS (sindrome delle apnee ostruttive nel sonno) nei bambini. Tale problematica non è infatti esclusiva degli adulti: i così detti “russatori abituali“, ovvero coloro che soffrono di russamento spesso o ogni notte,  varia dal 3% al 21% dei bambini, mentre la prevalenza dei disordini respiratori del sonno  si aggira tra l’1% e il 6%.

Determinante è il ruolo dell’odontoiatra nell’individuazione e nella cura di questa patologia.

Queste linee guida sono state realizzate a seguito di una specifica indicazione del “Gruppo tecnico in materia di odontoiatria”, coordinato dalla prof.ssa Antonella Polimeni, Direttore del Dipartimento ad attività integrata Testa-Collo dell’Azienda Policlinico Umberto I di Roma.

Le linee guida individuano tre importanti raccomandazioni per gli odontoiatri:

1) Il ruolo dell’odontoiatra è anche quello di riconoscere eventuali segni e sintomi, di propria competenza, riconducibili al russamento e alla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) in età evolutiva.

2) Il percorso diagnostico e terapeutico che l’odontoiatra deve seguire in caso di paziente in età evolutiva con sospetto di russamento o sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) deve essere caratterizzato da un approccio multidisciplinare.

3) L’odontoiatra, in caso di accertato russamento o OSAS in un paziente in età evolutiva ed in presenza di una morfologia craniofacciale correlata, può applicare dispositivi fissi di espansione rapida del mascellare, in particolare, e/o propulsori mandibolari.

Cliccando su questo link troverete le Linee guida complete pubblicate dal Ministero della Salute.

Sono state pubblicate sul sito del Ministero della Salute le Linee guida nazionali per la prevenzione ed il trattamento odontoiatrico del russamento e della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno in età evolutiva.

Il documento, elaborato basandosi sulle più recenti evidenze scientifiche, fornisce raccomandazioni e indicazioni per la gestione a livello odontoiatrico del russamento e della Obstructive Sleep Apnea Syndrome, OSAS (sindrome delle apnee ostruttive nel sonno) nei bambini. Tale problematica non è infatti esclusiva degli adulti: i così detti “russatori abituali“, ovvero coloro che soffrono di russamento spesso o ogni notte,  varia dal 3% al 21% dei bambini, mentre la prevalenza dei disordini respiratori del sonno  si aggira tra l’1% e il 6%.

Determinante è il ruolo dell’odontoiatra nell’individuazione e nella cura di questa patologia.

Queste linee guida sono state realizzate a seguito di una specifica indicazione del “Gruppo tecnico in materia di odontoiatria”, coordinato dalla prof.ssa Antonella Polimeni, Direttore del Dipartimento ad attività integrata Testa-Collo dell’Azienda Policlinico Umberto I di Roma.

Le linee guida individuano tre importanti raccomandazioni per gli odontoiatri:

1) Il ruolo dell’odontoiatra è anche quello di riconoscere eventuali segni e sintomi, di propria competenza, riconducibili al russamento e alla sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) in età evolutiva.

2) Il percorso diagnostico e terapeutico che l’odontoiatra deve seguire in caso di paziente in età evolutiva con sospetto di russamento o sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) deve essere caratterizzato da un approccio multidisciplinare.

3) L’odontoiatra, in caso di accertato russamento o OSAS in un paziente in età evolutiva ed in presenza di una morfologia craniofacciale correlata, può applicare dispositivi fissi di espansione rapida del mascellare, in particolare, e/o propulsori mandibolari.

Cliccando su questo link troverete le Linee guida complete pubblicate dal Ministero della Salute.

Articolo : http://www.ildentistamoderno.com/osas-bambini-linee-guida/

2017-10-03T10:52:52+00:00 29 Apr 2016|